giovedì 19 aprile 2012

Vita piena non è uguale a pancia piena.

In questi giorni di acquazzoni ad intermittenza, cioè acquazzoni estivi alternati a temporali invernali alternati a pallidi soli che da soli non scaldano l’aria, mi sento un po’ in vacanza un po’ carica d’impegni. La vacanza è quella in cui mi dedico a lavoretti creativi, anziché alle solite mansioni. Ma quali sono poi le mie solite mansioni? Gli impegni sono quelli che non mi lasciano tempo di nulla. Ma cosa vorrei fare poi che già non faccio?
In questi giorni mi sono dedicata ad una cosa che faccio raramente, i lavoretti creativi e di cucito: non solo ho sistemato un po’ d’abbigliamento che mi faceva difetto, ma ho anche provato alcuni lavori visti sul web.

Una volta un’amica di un’amica, una di quelle che adorano le mie merende, mi ha chiesto:
- Ma perché non ti apri un blog? –
La mia pronta risposta è stata:
- Perché io prendo le mie ricette da internet, cosa faccio, apro un blog di link ad altri blog? –
Risata generale. La scena si è svolta il mese scorso.
Naturalmente il mio blog è segreto, e anche quando creo qualcosa, nonostante mi piaccia promuovere i blog che trovo interessanti, alle persone con cui ho a che fare in carne ed ossa, e a cui regalo le mie creazioni, dico sempre che l’idea l’ho “trovata su un sito”. Vaghezza all’ordine del giorno.
In questi giorni ho messo in pratica alcuni spunti trovati sui miei blog di fiducia, perciò il post di oggi potrebbe essere nello stile dei post che scriverei “se aprissi un blog”. Ossia un post di link.
Ma non solo, perché posso mostrarvi anche le foto di ciò che ho creato io, perciò sarà anche un post fotografico. Per non parlare delle ricette finali.

Da giorni osservo foto e penso. Le idee così come le trovo mi sembrano sempre fantastiche fino a quando non decido di metterle in pratica. A quel punto mi rendo conto che non fanno per me, ma che conosco alcune persone a cui potrebbero piacere. Allora incomincio ad abbinare idee e colori, materiali e spunti dai diversi lavori, li metto assieme e creo il mio lavoretto. È successo con Cristina e Caterina. La seconda conosciuta tramite la prima, in occasione della Fiera Creativa di Bergamo alla quale sono andate insieme - e alla quale sarei voluta andare anch’io, ma la prossima volta, ah!, la prossima volta ci sarò anch’io!
Cristina del blog Tan’ par fa segue una sorta di corso di ricamo su carta, e il suo biglietto con le margherite è quello che mi ha fatto decidere di provare anch’io il ricamo su carta, perché gli altri fiori erano belli sulla carta, ma da me non ci stanno a far nulla. Caterina del blog Caterina e dintorni invece tiene un corso di scrap, che è una cosa che si fa con la carta, una specie di collage con applicazioni, di cui avevo già parlato quando ho fatto il quadretto per la Donna-Manager; ieri Caterina ha pubblicato le foto delle cartoline scrap create dalle sue allieve del corso ed io, che il corso non lo frequento, ho provato a creare qualcosa sul cartoncino in cui avevo ricamato la mia prima margherita “copiata” da Cristina (qui la sua).


Da Cristina ho commentato a caldo: "...è da quando hai iniziato che penso "adesso li provo" chissà se oggi trovo l'ispirazione giusta.. perché le margheritine mi piacciono più degli altri fiori, carinissime.. adesso metto un cartoncino sulla scrivania così è come se fosse segnato sulle cose da fare, no?"

Poi ho aggiunto ritagli di carta e lettere prese da un volantino di un supermercato della settimana di pasqua…



…infatti il rosa che ho messo dietro per coprire il retro del ricamo era il decoro pasquale sul volantino. Ho fatto due buchi e aggiunto il fiocco per appenderlo, come suggerito da Caterina, ma può essere usato anche come segnalibro.


Altra attività, altro link. Ho fatto finalmente i biscotti per la colazione, anche se sono così sostanziosi da esser stati subito spostati nel settore spuntino di mezzanotte! Infatti io vado a letto tra mezzanotte e l’una e a quell’ora un certo languorino mi torna, una o due macine non sono male come tappabuco. Non vi posto la ricetta perché ho fatto pari pari quella di Mary, senza cambiare nulla cambiando solo una cosa: ho sostituito il glucosio con normale zucchero; per il resto ingredienti uguali, dosi uguali, procedimento uguale, e per fortuna: visto che mi sono dimenticata di fare le foto, non avrei potuto testimoniare le modifiche! Non so perché, forse solo perché ero presissima dall’idea di fare finalmente le macine, o forse perché avevo fretta (sì, certo, infatti non ho lasciato la palla di pasta in frigo un’ora e dieci anziché mezz’ora perché stavo scrivendo, no no), in ogni caso ho scordato le foto.


Per il buco ho usato il manico di un cucchiaio, il diametro era giusto, lo rigiravo all’interno spingendo i bordi, ma non ho tolto pasta in più, l’ho solo spinta, come vedete inutilmente, ma ce ne frega qualcosa? Sono buone e questo conta.
Da pasqua ho come l’impressione di mangiare di più, infatti è solo l’impressione. Due o tre volte ho mangiato la pasta per cena, alimento praticamente inesistente nella mia dieta perché degnamente sostituito dal pane o dalle patate, però ho diminuito le quantità della merenda, complice l’abbuffata di dolci in pochi giorni che mi ha lasciato un po’ di stanchezza. Sì, esatto, ero un po’ stanca di mangiare dolci, ma mi è passata, ora sto meglio. La mia più bella performance però è stato il riciclo di alcuni ingredienti di fortuna poco dopo pasqua, principalmente perché avevo trovato una busta di fiocchi per purè e a me il purè piace molto perciò avevo deciso di farmelo per cena. Peccato fosse scaduto e ospitasse strani insetti, se non fosse stato per loro, lo sapete, me ne sarei fregata di quella data sulla busta.
Il caso volle che in frigorifero ci fossero tre patate che erano state bollite per il brodo post festività. Sfiga volle che sbagliassi le dosi del latte, portandomi a riempire il pentolino a metà per tre misere patate, perciò ho aggiunto, per rimpolpare la pappa, nell’ordine (e con preoccupazione crescente fino all’ingrediente finale che mi ha salvato dall’insuccesso) i seguenti avanzi:
5 pezzetti di broccolo bollito
3 funghetti a fettine (erano conditi con aglio e prezzemolo, li ho messi così)
4 cucchiai di formaggio grattugiato
Sale e noce moscata q.b.
2 cucchiai di polenta istantanea.
Ottimo. Giuro.

E siccome ultimamente sono molto impegnata, per tenere a mente i miei appuntamenti ho creato la mia pagina degli eventi, che naturalmente si chiama Agenda.
Intanto piove e da qualche giorno abbiamo riacceso il fuoco...



18 commenti:

  1. Cara Elle, credo che ognuno di noi sia bravo ad inventare certe cose e ad eseguirne altre. Poi c'è anche chi non è bravo nè ad inventare e nè ad eseguire. Io credo che tu, per quanto riguarda la cucina, sia una brava esecutrice. Secondo me, utilizzando ingredienti che conosci, saresti anche in grado di "inventare" qualcosa. I biscotti non sono semplici, e queste macine ti sono venute bellissime ! La cottura è perfetta ! L'idea del manico del cucchiaio è ottima, e poi vuoi mettere la forma originale?? Queste sono le Ellemacine..;)
    Brava !! La tua maestra di cucina si complimenta con te..e che ci farai con la panna avanzata??
    Ciao Elle, buona serata.
    Anche qui il tempo è brutto.

    RispondiElimina
  2. Mia cara ELLE ma che brava !!! Sono veramente contenta che il corso ti sia stato di ispirazione in qualche modo..vedi come sempre da cosa nasce cosa...;-)) posterò il tuo segnalibro come update al post delle tag dopo ti mando il link un grande bacione kisss

    RispondiElimina
  3. Ecco fatto mia cara adesso ci sei anche tu...
    http://caterinaedintorni.blogspot.it/2012/04/le-tags-del-corso-tutte-le-foto-and.html
    kiss

    RispondiElimina
  4. Ciao Elle! Creatività chiama creatività e tu in pieno sincretismo creativo (non so perchè ma"sincretismo" mi fa l'effetto dell'orticaria, lo proncuncio e mi prudo) hai fatto una nuova ricetta tutta tua.
    Oggi ho avuto anche io l'ispirazione pe rla tag di Caterina, se riesco al finisco oggi, sennò sarà stanotte!
    Che voglia di stare a casa domani!!!! Chissà se poi mamma mi fa la giustificazione?!

    RispondiElimina
  5. Ho sbirciato nella tua agenda e devo dire, altro che casalinga, sei una manager anche tu!!
    Ora mi conservo il link di quei lavoretti così quando compi gli anni (già... Quando ??) te ne preparo uno anche io ;-)))
    Biscotti : i buchi sono così piccoli e teneri! Se ti intervisto ancora me ne fai assaggiare uno ??

    RispondiElimina
  6. Vaty dobbiamo stare attente ad accettare cibo da Elle prima della nostra intervista..potrebbe drogarci, o magari darci del sonnifero così da evitare le nostre domande..non ti ricordi come tergiversava?? Faceva la reticente a tratti..

    RispondiElimina
  7. Ragazze arrivo, oggi giornata piena e soddisfacente, inforno la cena e sono da tutte voi :)

    RispondiElimina
  8. Mary naturalmente ho seguito il tuo consiglio e le ho lasciate quanto previsto, anche se erano bianche. Il giorno dopo si sentiva anche meno il sapore del burro, sono davvero molto simili! Se trovi i galletti.. mm.. La forma non è perfetta perché ho usato una tazzina da caffè che risucchiava la pasta, e alcuni biscotti dovevo tirarli fuori con la forza!!
    Con la panna non ho ancora deciso, ma alla fine penso che ci farcirò una macedonia perché è la più veloce ;)
    ps. torta salata fatta!! però ora devi indovinare quanti ingredienti ho sostituito ihih

    Cate è vero! Ci giravo attorno da giorni, e alla fine ho avuto l'idea! Ho visto il mio lavoretto nel tuo post, grazie :)

    Cri la margherita ha dato la botta finale alla mezza idea che avevo avuto quando ho visto gli altri fiori. Adesso aspetto di vedere la tua tag. Ti faccio io la giustificazione: la Cristina ha avuto un attacco di estro creativo e non è potuta venire a scuola per non perdere del tutto la sua idea ;)

    Vaty hai visto quanti impegni? Sono o be ra ta! I biscotti sono tuoi, te li regalo tutti, purché non mi intervisti più, potrei svenire! ;)

    Vaty e Mary non vi addormenterei mai con il cibo, per quello mi basta iniziare a raccontare qualcosa con la mia voce soporifera ;) Col cibo però potrei avvelenarvi, niente di più facile. Mary hai indovinato quanti ingredienti non avevo? eh eh.

    RispondiElimina
  9. Secondo me hai sostituito il praga e la scamorza...

    RispondiElimina
  10. Naturalmente ;)
    ...ma non solo...
    ..non avevo le zucchine, e nemmeno la ricotta fresca..

    RispondiElimina
  11. Ecco...quindi hai preparato un'altra torta salata..non la mia ;) Che poi ti ostini a chiamarle sostituzioni..ma in certi casi sono stravolgimenti..brava, è così che si fa ! Si prende l'idea e si stravolge !

    RispondiElimina
  12. Sì infatti ero partita con la sostituzione di praga e scamorza; avevo la ricotta quella un po' più stagionata, ma poi ho scoperto che mancavano anche le zucchine.
    Quindi:
    ricotta grattugiata e uovo
    pancetta dolce a cubetti
    mozzarella a cubetti
    fettine di mela
    olio sale pepe salvia e timo
    pan grattato e formaggio grattugiato
    e la pasta sfoglia non integrale, naturalmente ;)
    Ok sembra proprio un'altra torta.. :D
    Però se non avessi visto la tua, non avrei mai fatto una torta salata, te l'ho detto che avevo preso ad odiarle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace ! Brava ! Vedi che hai fantasia anche in cucina ??

      Elimina
  13. Come salti di palo in frasca tu non ci riesce nessuno, complimenti ... ma nella tua bella rece alle "Lezioni americane" hai indicato uno dei tuoi maestri ;)

    RispondiElimina
  14. Alli faccio l'enciclopedica in pillole: di tutto un po' prima, dopo o senza i pasti ;)
    Calvino mi piace tanto, sì!

    RispondiElimina
  15. Come come come?? Elle non ha modificato la ricetta???!! Aspetta, mi devo ancora riprendere dallo shock!!! :P
    Comunque appena ho visto la tua creazione mi è venuta una splendida idea.. te ne parlerò in privato ;-)
    Le tue macine sono perfette, e poi il buchino c'è dai! Io le mangerei a colazione, lo spuntino di mezzanotte non so neanche cosa sia, visto che vado a letto come i vecchi, anzi, pure prima!!
    Ps: ma che miscuglio hai fatto??? broccoli, funghi, polenta? O.o ahahah sei formidabile!
    Buon weekend cara!

    RispondiElimina
  16. Chiara quando me ne sono resa conto non ci credevo neppure io!! E le ho lasciate in forno esattamente 20 minuti, non uno di più anche se mi sembravano troppo bianche, che coraggiosa!
    (ora son curiosa di conoscere la tua idea)
    Il miscuglio era davvero buono, il fungo dava quel non so che boschivo, la polenta era più per la consistenza, non ho sentito sapore particolare, si sentivano soprattutto i broccoli e i funghi, alla fine nemmeno le patate!
    :)
    (siamo già nel fine settimana? per fortuna ci sei tu a ricordarmelo!)
    buon weekend a te (ho usato una parola inglese, non ci credo!!)
    ;)

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...